22 APRILE 2024

12:03

NOTIZIA DI SPORT

DI

467 visualizzazioni


22 APRILE 2024 - 12:03


NOTIZIA DI SPORT

DI

467 visualizzazioni



CALCIO: Torres ancora indigesta, il Cesena sbatte sulla traversa | VIDEO

C'è un'unica squadra capace di riprodurre fedelmente gli effetti della kryptonite per il Cesena: è la Torres, già battagliera nella sfida dell'andata e ora di nuovo protagonista di un'altra gara conclusasi sul pareggio. In questo modo la squadra di mister Toscano non potrà ritoccare il record di punti stabilito dal Catanzaro, casomai potrà eguagliarlo se arriverà il successo conclusivo col Perugia domenica prossima. Di certo tutto si è messo in salita per i romagnoli quando Kargbo viene murato da Zaccagno e la ribattuta di Berti si stampa sul palo o, ancora peggio, quando Prestia spende il fallo terminale su Scotto lanciato a rete da Giorico, seppure in sospetta posizione di offside: è rigore per i sardi, quello che lo stesso Scotto si incarica di trasformare per il vantaggio rossoblù. La massima punizione non arriva a favore del Cesena nella ripresa - e non è esattamente una novità - quando Ogunseye batte a rete e trova sulla sua strada un intervento sospetto di Dametto col braccio, poi è ancora Big Rob a cercare fortuna con un diagonale di poco in out. Chi invece dimostra di avere il piede caldo è Adamo, grande ricezione sull'imbucata di Prestia e sinistro in controtempo che sorprende Zaccagno: è il pareggio per il Cesena che allora cerca anche di vincere dopo lo spavento causato dall'errore sottomisura di Zecca, il corner calibrato di Donnarumma trova Silvestri puntuale all'appuntamento con l'incornata che solo un intervento prodigioso di Zaccagno, aiutato anche dalla traversa, riesce a disinnescare. L'ultima chance è per Ruocco, piazzato di poco in out, a dimostrazione che forse l'1-1 è anche il risultato più giusto per il match del "Vanni Sanna".




ALTRE NOTIZIE DI SPORT

BASEBALL: San Marino comanda la classifica, Fortitudo all'inseguimento

San Marino e Bologna, sempre loro: le grandi rivali del baseball nazionale non hanno marcato visita in questa prima parte della stagione 2024 e hanno già impresso il loro marchio nel girone più difficile del massimo campionato, quello comandato dai titani con un ruolino di marcia di tutto rispetto, fatto di 12 vittorie e appena tre sconfitte incassate. In questo senso si presentava particolarmente insidioso l'ultimo turno, quello contro un Parma che era riuscito a rimanere a ruota della capolista: di tutta risposta la squadra di Doriano Bindi ha prima espugnato il campo dei ducali con un successo striminzito per 1-0, quello che poi è stato confermato anche nella gara-2 disputatasi sul diamante di Serravalle e conclusasi sul 13-2. San Marino ha poi risolto anche la terza sfida grazie a un singolo di Ferrini che ha portato a casa Pieternella e Angulo per siglare il 2-1 conclusivo. Staccata di due incontri c'è poi Bologna che nella tripla sfida ospitata a Macerata ha rimediato alla sconfitta del primo match strappando due soffertissime vittorie, 1-0 in gara-2 e 5-4 in una gara-3 prima comandata sul 5-0 e poi messa a repentaglio nel nono inning quando i marchigiani accorciano di quattro lunghezze senza però completare la rimonta. I felsinei hanno così guadagnato una vittoria di vantaggio su Parma: un piccolo margine che dovrà essere incrementato nella seconda parte della regular season.