Motori

Thumbnail MOTORI: WEC, grande attesa per Valentino Rossi e le Ferrari alla “6 Ore di Imola”

MOTORI: WEC, grande attesa per Valentino Rossi e le Ferrari alla “6 Ore di Imola”

SPORT - Questo weekend l’autodromo internazionale “Enzo e Dino Ferrari” ospiterà la tappa italiana del “FIA World Endurance Championship” , secondo round stagionale dopo l’esordio in Qatar. Nella “6 Ore di Imola”, in cui saranno celebrati i 50 anni dalla prima gara endurance sul tracciato romagnolo, sono due le categorie in pista. Nella prima, l’Hypercar, grande favorita è la Porsche, che nel weekend inaugurale ha piazzato due squadre a podio con il trio Estre-Lotterer-Vanthoor al primo posto, e Cambell-Chriestensen-Makowiecki al terzo. La scuderia di Maranello porterà in pista tre vetture: la vincitrice dell’ultima “24 Ore di Le Mans” guidata da Pier Guidi-Calado-Giovinazzi, la numero 50 della Ferrari AF Corse affidata a Fuoco-Molina-Nielsen e la gialla 499P di Kubica-Schwarzman-Ye, che ha ottenuto il miglior piazzamento per la “Rossa” nella pista qatariota. Tra gli altri team al via spiccano le italiane Lamborghini e Isotta Fraschini, ma saranno molto competitive anche Toyota, Cadillac e la rinnovata Peugeot. Al volante sono tanti i volti noti: il campione McLaren Jenson Button, il figlio d’arte Mick Schumacher, e, tra gli ex Formula 1, anche Nick De Vries e Daniil Kvyat. Nell’altra categoria in gara, la LMGT3, è atteso un rookie d’eccezione: si tratta del nove volte campione del mondo di motociclismo Valentino Rossi che correrà sulla BMW M4 del Team WRT insieme a Ahmad Al Harthy e il belga Maxime Martin.   Foto: Ansa

Thumbnail MOTORI: La Superbike fa tappa in Olanda

MOTORI: La Superbike fa tappa in Olanda

A un mese dal round di Barcellona, la Superbike torna in pista per il terzo appuntamento stagionale nello storico tracciato olandese di Assen. In una gara che si preannuncia ricca di colpi di scena, complice il maltempo, grande attesa per Nicolò Bulega: il portacolori dell’Aruba.it Racing-Ducati ha ricevuto l’ok definitivo dai medici dopo l’operazione per sindrome compartimentale ed è pronto a difendere la testa della classifica da lui occupata con 109 punti. Lo segue infatti da vicino il pilota turco Toprak Razgatlioglu che, sul circuito catalano, ha ottenuto la sua prima vittoria in BMW riducendo il distacco a due lunghezze. Non sarà invece sulla griglia di partenza del “TT-Circuit” Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) a causa di un infortunio rimediato sulle piste da cross che lo terrà ai box almeno fino al weekend di Misano. Se il ducatista Alvaro Bautista è chiamato a replicare il successo di Gara2 del Montmelò, il 17 volte vincitore nella “cattedrale della velocità” Jonathan Rea spera di risollevare qui l’opaco esordio di campionato della Yamaha. Per quanto riguarda la categoria Supersport, il riminese Stefano Manzi (Ten Kate Racing Yamaha), forte dei podi ottenuti nelle ultime gare, cercherà di inserirsi nella lotta a due tra Yari Montella (Barni Spark Racing Team Ducati) e Marcel Schroetter (MV Agusta) rosicchiando loro punti preziosi in ottica campionato.   Foto: Ansa

Thumbnail MOTORI: Primo test in Mercedes per Kimi Antonelli

MOTORI: Primo test in Mercedes per Kimi Antonelli

Debutto su una vettura di Formula 1 per il giovane pilota Andrea Kimi Antonelli che, sul tracciato austriaco del Red Bull Ring, ha svolto due giornate di test al volante della W12, monoposto vincitrice del titolo costruttori nel 2021. Membro dello junior team della Mercedes dal 2019, il diciassettenne bolognese ha avuto così la possibilità di acquisire familiarità con le vetture della massima serie, sperimentando anche le metodologie di lavoro del team guidato da Toto Wolff. Nonostante un primo giorno in cui ha potuto girare pochissimo a causa maltempo (solo un mini-long run con gomma da bagnato), Antonelli è riuscito a completare più di 500 km sul tracciato di Spielberg.  “E’ stata un’esperienza incredibile, è stato bello sentire la potenza e il carico aerodinamico. Ho amato ogni secondo di questo test, è stato molto divertente e voglio ringraziare tutto il team per il duro lavoro – ha dichiarato tramite le pagine social della scuderia anglotedesca - .Ho fatto un po’ di simulatore e analizzato alcune cose prima dei test ed è stato molto utile perché, una volta in pista, sapevo cosa mi stava dicendo il team in radio. Ho imparato molte cose in questi due giorni che mi saranno molto utili per quando tornerò in Formula2, ma devo continuare a lavorare e migliorare”. Vincitore dell’ultimo campionato “Formula Regional European Championship” (FRECA), il giovane talento è infatti impegnato nel campionato di Formula 2 in cui corre con la scuderia italiana Prema ed è attualmente al nono posto in classifica piloti dopo i primi tre round. Al suo primo anno nella serie, ha già all’attivo una seconda posizione in qualifica e un quarto posto in gara ottenuti nel Gp dell’Australia.


TUTTE LE NOTIZIE DI MOTORI